top of page

Esperando el Porvenir

                 Flamenco

Ideazione, coreografie e regia di Francisca Berton

 

Lo spettacolo è ispirato alla dimensione dell’attesa.

Il mezzo per esprimere, il linguaggio utilizzato è il flamenco. Con la musica, il canto, il ballo,

così caratteristico che è sufficiente ascoltare poche note o vedere pochi movimenti per

identificarlo. Anche quando l’ambientazione o l’interpretazione che se ne fa è attuale;

potrebbe non essere cosi’? Potremmo nel 2023 ballare, cantare o suonare senza

relazionarci al presente, senza metterci in relazione con noi stessi, artisti e pubblico, e con

quello che ci è accaduto? La condizione di attesa su cui abbiamo dovuto plasmare le

nostre esistenze ci ha riportato a valorizzare ciò che ci circonda, a rivalutare la velocità del

nostro “andare” collettivo, ci ha portato a fare ritorno alla realtà “quando all’improvviso/le

rondini tornano in città […]”.

Ma è davvero così?

Esperando el Porvenir Flamenco è uno spettacolo aperto, un momento per condividere lo

spazio e il tempo, alla ricerca di ciò che gira intorno al flamenco, intorno a noi e intorno alle

nostre esperienze.

Lo spettacolo è patrocinato dalla Oficina Cultural de la Embajada de España en Italia.

Ana Rita Rosarillo cante

Sergio Varcasia chitarra

Paolo Monaldi percussioni

Andrea Leonardi sax

Francisca Berton solista

Corpo di ballo: Valeria Castrucci, Serena Colantoni Agnese D'Errico Marica Pugliese

Testi e narrazione Paolo De Pascale

Costumi Daniela Catone

Video e foto Giulio Paravani

bottom of page